Progetto “Etwinning Best Profile”

Il nostro liceo ha partecipato ad un progetto  Etwinning per l'”Etwinning Best Profile”.

IL progetto ha messo in contatto un gruppo di studenti del liceo Mazzini con partner portoghesi, francesi, tedeschi, ungheresi, turchi che sono stati iscritti dai rispettivi docenti sulla piattaforma Etwinning. 

I ragazzi si sono scambiati informazioni, foto, file musicali e vocali, commenti, e ciascuno ha cercato di creare il profilo del partner che riteneva aver conosciuto meglio e con cui aveva trovato affinità di interessi.

Il vincitore ha ricevuto una maglietta azzurra con il logo Erasmus e la stampa dei saluti in tutte le lingue dei paesi europei.

È stato un modo coinvolgente e simpatico per trovare nuovi amici e utilizzare in modo autentico le lingue straniere che si studiano a scuola.

etwinningproject

Annunci

Stage di formazione linguistica a Norwich

ExteriorX-x-no-students-1024x593.png

(nella foto, la scuola)

Nel mese di febbraio, alunni delle classi dalla I alla V del corso Linguistico, Scienze Umane e LES, suddivisi in due gruppi, hanno preso parte allo Stage di formazione Linguistica “The English Experience” a Norwich (UK). Gli studenti erano divisi in gruppi di livelli preventivamente indicati dalle rispettive docenti in Italia. Alle studentesse e allo studente del gruppo Integration si è dedicato un insegnante specifico. Successivamente gli studenti e le docenti sono state accompagnati dalle famiglie ospitanti a casa in macchina. Nei due giorni seguenti (giovedì e venerdì) gli studenti del gruppo standard hanno seguito le lezioni alla scuola The English Experience dalle 9.00 alle 12.30 (pausa dalle 10.30 alle 11.00) mentre al pomeriggio, sempre con l’assistenza di group leader, è stato effettuato un tour della città, visita della cattedrale (con relativo gioco a quiz) e passeggiata lungo il fiume Wensum.

Gli studenti del gruppo Integration sono stati accolti presso la scuola secondaria statale Sprowston dall’insegnante responsabile del programma che ha presentato a ciascuno i loro “buddies”, alunni che li avrebbero accompagnati e seguiti per tutta la permanenza. Hanno poi seguito le lezioni dalle 9.00 alle 15.35 mentre la docente Galli rimaneva a disposizione in un’aula dedicata qualora si verificassero esigenze specifiche o in caso di esubero nelle aule dove si svolgevano le lezioni.

La domenica è stata dedicata alla visita di Cambridge. Il viaggio in pullman è durato circa un’ora e mezzo. Due group leader hanno mostrato la città e il museo Fitzwilliam dividendo gli studenti in due gruppi.

Il lunedì, dopo le consuete lezioni e il pranzo al sacco fornito dalle famiglie, ha visto lo svolgimento di una caccia al tesoro. Dopo la distribuzione dei premi ai primi classificati gli studenti hanno avuto del tempo libero prima di rientrare a casa. Gli studenti dell’Integration, invece, hanno seguito le lezioni presso la scuola Sprowston mentre al pomeriggio hanno seguito le prove di una rappresentazione teatrale.

Il feedback che le docenti accompagnatrici hanno ottenuto dagli studenti durante e alla fine del soggiorno è stato positivo e i corsi seguiti dai ragazzi, secondo le docenti che hanno anche avuto la possibilità di assistere a parte di essi, sono stati giudicati di buon livello. Ottima l’assistenza fornita dallo staff della scuola.

Ecco il racconto di Alice, della classe 1^M:

A Febbraio ho avuto l’opportunità di compiere un viaggio di studio a Norwich, in Inghilterra. Ho scelto fin da subito l’opzione di passare una settimana in casa di una famiglia del posto, anche se sapevo che sarei stata da sola.

Il giorno della partenza, però, ho conosciuto una ragazza di terza, con cui ho poi condiviso quest’esperienza.

Siamo state ospitate da una famiglia composta da marito e moglie, che ospitava contemporaneamente altre due ragazze spagnole (con cui abbiamo stretto amicizia) e un ragazzo più grande di Hong Kong.

Fin da subito i nostri “Host parents” hanno chiarito che in quella casa si sarebbe parlato solamente inglese, ovviamente per rendere l’esperienza il migliore possibile; così io e Swami, all’inizio un po’ intimidite, ci siamo buttate, non curanti degli errori che avremmo potuto commettere dialogando.

Per quanto riguarda la scuola, penso sia un college veramente valido, in quanto la mia insegnante è stata capace di conciliare al meglio apprendimento e divertimento, e le persone che si occupavano dell’amministrazione totale sono state in grado di capire al meglio le esigenze di ogni studente.

In questa settimana abbiamo visitato il centro e l’università di Cambridge, scoperto la storia della cittadina di Norwich e svolto attività molto divertenti. Credo quindi di aver imparato molto da questo viaggio, e non intendo solo grammatica e pronuncia, che di certo sono migliorate, ma anche le usanze e parte della cultura inglese; che certamente vanno a costituire la cultura generale di ogni persona, arricchendola in modo diverso e speciale per ognuno di noi“.

E quello di Giorgia, 3^F:

Quest’anno ho partecipato per la prima volta ad un corso di lingua in Inghilterra organizzato dalla scuola che frequento, il Liceo Mazzini.

Siamo andati a Norwich dal 14 al 20 Febbraio ed abbiamo seguito un corso di lingua presso la scuola “The English Experience” e siamo stati ospiti di famiglie inglesi. La famiglia che ci ospitava era molto disponibile ed accogliente. Mamma Annette e papà Bob sono stati davvero dolci e simpatici con me e la mia compagna e non abbiamo mai sentito la mancanza di casa! Annette cucinava anche molto bene e questo compensava il fatto che le scuola fosse un po’ lontana dalla loro casa.

La scuola era molto organizzata e pulita e per noi è stato divertente trascorrere una settimana in un ambiente così piacevole. Il corso è stato molto interessante e i teachers erano competenti e simpatici. Penso che questo corso mi abbia aiutata a migliorare la mia fluency e la mia preparazione linguistica.

Norwich è una città non molto grande, a nord di Londra, ma vivace e piena di negozi, librerie e fantastiche tea-rooms dove prendere dei deliziosi scones! Siamo stati anche a Cambridge dove abbiamo visitato il famoso e bellissimo Trinity College. È stata una giornata davvero indimenticabile. Mi piacerebbe rifare una esperienza del genere in futuro”.

IMG-20180226-WA0010

(lo spettacolo teatrale allestito dagli alunni inglesi)

Progetto “Education meets migration: l’incontro conclusivo in Norvegia”

Si è concluso con l’incontro a Tonsberg (Norvegia), il progetto biennale Erasmus plus “Education meets migration”, ideale prosecuzione del progetto precedente “Colours of Europe: migration and its cultural effects on Europe”, che aveva gettato le basi dello stesso con un’indagine sulle influenze dei fenomeni migratori nella società e nella cultura dei sette paesi europei partecipanti.

Con “Education meets migration” ci si è focalizzati più particolarmente sul sistema educativo partendo dalla scuola primaria fino ad arrivare all’ambiente universitario, per indagare la situazione degli studenti immigrati e cercare strategie valide per un’inclusione effettiva. Attraverso le scuole partecipanti, che hanno rappresentato ogni ordine e grado di istruzione, fino ad arrivare all’università con la partecipazione di quella di Ankara, è stata indagata una realtà molteplice e si sono sviluppati confronti e scambi di buone pratiche. In particolare,  in Norvegia , è stato visitato un centro di studi per giovani immigrati, in cui questi acquisiscono le competenze di base idonee al superamento di un esame, al termine di uno o due anni di frequenza,  che permette una loro efficace introduzione nelle scuole pubbliche norvegesi. Inoltre la visita a Tonsberg è stata programmata per coincidere con le celebrazioni del “Constitution Day”, giornata dedicata ai festeggiamenti per la costituzione della Norvegia, e che ha visto una parata commemorativa di tutte le scuole della città, studenti, insegnanti, il personale tutto,  ognuno dietro le insegne del proprio istituto, con la popolazione in costume nazionale che acclamava ai lati del percorso, sventolando le bandiere norvegesi. Anche persone di origini diverse , norvegesi di adozione, erano presenti per  celebrare i valori alla base di quella loro comunità di appartenenza.

La manifestazione e i festeggiamenti,  che hanno riempito l’intera giornata,  con tutte le scuole aperte alle famiglie per giochi e spettacoli studenteschi, sono stato degno coronamento  di un percorso che proprio intorno alle  scuole è stato sviluppato e che con una festa nazionale dove le scuole hanno avuto il ruolo di protagoniste,  si è conclusa. 

https://www.facebook.com/Teigar-ungdomsskole-381290955392988/

A DARIA CAMINATI LA BORSA DI STUDIO DELL’AMBASCIATA TEDESCA

Ebbene sì, per il terzo anno consecutivo un allievo del Liceo Mazzini si aggiudica il Deutschland PlusViaggio premio in Germania, la borsa di studio che l’Ambasciata della Repubblica Federale Tedesca offre ogni anno a due studenti liguri che si siano distinti negli studi e che siano particolarmente capaci in Lingua tedesca.

La vincitrice di quest’anno è infatti DARIA CAMINATI di 4G. È lei che ha affrontato la selezione della commissione mista Italo-Tedesca presso L’Ufficio Scolastico Regionale di Genova e che ha conquistato il primo posto tra i candidati della Regione

Daria ha 17 anni, vive a Borghetto di Vara e studia tedesco da quasi quattro anni. Al termine del biennio ha preso parte all’Europaeisches Treffen che la città di Bayreuth organizza per gli studenti delle sue città partner, lo scorso anno ha partecipato allo scambio studentesco con la nostra scuola gemellata, il Gymnasium Bad Aibling, e oggi è la migliore studentessa di Lingua tedesca della Liguria

Daria vince per la prossima estate un soggiorno studio di tre settimane in Germania, vivrà presso una famiglia selezionata, parteciperà a viaggi e a eventi culturali e incontrerà i vincitori delle altre Regioni italiane a Berlino. La borsa è finanziata dal Conferenza dei Ministri dell’Istruzione della Repubblica Federale Tedesca

A Daria tanti complimenti da parte di tutto il Dipartimento di Lingue per il suo successo e tanti auguri di un soggiorno interessante e piacevole nella Repubblica Federale Tedesca.

(nella foto, Daria)

Foto Daria Caminati

Progetto Education meets migration – il quarto incontro in Danimarca

(foto di gruppo – le nostre alunne presentano il lavoro svolto)

Il nostro liceo ha partecipato al quarto incontro del progetto Education meets Migration, che si è svolto in Danimarca, presso il Køge Gymnasium, dal 24 al 27 gennaio 2018. Le alunne Marta Caccialupi e Vittoria Iacobelli della classe 5^G, accompagnate dalla professoresse Elisabetta Boggio e Marina Ratti, hanno potuto assistere ad alcune lezioni insieme agli alunni danesi che le hanno ospitate, hanno preso parte ad un incontro con due collaboratori dell’Integration Dep., presentato i loro lavori. Durante il soggiorno, sono stati esposti i vari progetti di accoglienza inerenti i rifugiati nei diversi paesi coinvolti nel progetto. Le alunne e le docenti hanno potuto, inoltre, visitare la cittadina di Køge e partecipare ad un laboratorio per l’insegnamento del danese ai rifugiati.

Di seguito l’esperienza raccontata in prima persona dalle nostre alunne: “Io e la mia compagna di classe Marta abbiamo avuto l’opportunità di trascorrere un breve periodo di gennaio in Danimarca, nella città di Koge partecipando al progetto Erasmus “Education meets Migration”.Il progetto si è focalizzato sul fenomeno dell’immigrazione nei paesi europei e su come questi stiano facendo fronte a questa emergenza.
Noi siamo state accolte in casa di famiglie molto gentili ed ospitali, ci siamo subito sentite a nostro agio con le ragazze e anche con i loro genitori.
Durante il soggiorno a Koge, andavamo a scuola la mattina: assistevamo a lezioni, assemblee, incontri sul tema della migrazione e il penultimo giorno abbiamo anche potuto esporre un nostro progetto su come festeggiamo il Natale in Italia, così come hanno fatto gli altri gruppi di studenti o docenti provenienti da diversi paesi dell’Europa che partecipano al progetto Erasmus.
Nel pomeriggio poi partecipavano a gite organizzate dalla scuola danese, come ad esempio la visita della graziosa città medievale di Koge, e la visita al museo di storia della Danimarca Koldkrigsmuseum Stevnsfort e alla scogliera di Stevns Klint.
La mattina dell’ultimo giorno, prima di prendere l’aereo per tornare a casa, abbiamo anche avuto la possibilità di visitare Copenhagen e poterci concedere un meritato shopping. È stata una bellissima esperienza e siamo entrambe grate di averne potuto fare parte.”

Vittoria Iacobelli e Marta Caccialupi – 5G

koge2

Campionato Nazionale delle Lingue – Università di Urbino. I risultati delle preselezioni.

Si sono appena concluse le preselezioni per l’ottava edizione del Campionato Nazionale delle Lingue dell’Università di Urbino, anno scolastico 2017/2018, a cui hanno partecipato gli studenti delle classi quinte del’istituto.

Tale competizione, “è stata riconosciuta nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze per l’a.s.2017/2018 (tabella A allegata al D.M. n. 253 del 28 aprile 2017)” e prevede che gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che ottengono risultati elevati, potranno accedere ai riconoscimenti e ai premi previsti.

Verranno ammessi a partecipare alla gara solo i primi 30 migliori candidati per ogni lingua secondo il punteggio massimo realizzato dallo studente e, a parità di punteggio, secondo il tempo di esecuzione del test da parte dello studente.
L’elenco dei candidati ammessi al concorso e delle relative scuole sarà pubblicato entro il giorno 3 dicembre 2017.

La nostra scuola ha partecipato alle passate edizioni, riportando risultati di rilievo.

(di seguito il link all’articolo pubblicato in occasione della partecipazione della nostra alunna alla 7° edizione: https://wordpress.com/post/dipartimentodilingueliceomazzini.wordpress.com/211)

Scambio Liceo Mazzini – Liceo Bad Aibling 2016 -2017.

A settembre 2017 si è concluso con successo lo scambio del Liceo Mazzini con il Gymnasium della città di Bad Aibling, in Baviera, che ha visto quest’anno la partecipazione di 26 studenti delle classi terze dell’indirizzo Linguistico del Liceo.

Da ormai 27 anni le due scuole offrono ai loro studenti l’opportunità di incontrarsi e conoscersi entrando in contatto con le reciproche realtà.

Lo scambio prevede l’accoglienza da parte delle famiglie degli studenti stessi e crea quindi occasione di esperienze concrete: i ragazzi imparano che cosa significa incontrare un’altra cultura, altre abitudini e stili di comunicazione.

Nella prima parte dello scambio, realizzatosi dal 30 marzo al 4 aprile scorso, i ragazzi italiani, ospitati dalle famiglie dei loro partner tedeschi hanno avuto occasione di osservare i costumi delle famiglie ospitanti e di mettere alla prova le proprie conoscenze linguistiche. Nella seconda tranche dal 14 al 22 settembre, è stata la volta degli studenti tedeschi di immergersi nella realtà delle famiglie italiane.  In entrambe le occasioni i ragazzi hanno visitato luoghi significativi dal punto di vista culturale e turistico delle località di provenienza. Questa esperienza ha permesso non solo di approfondire la conoscenza reciproca ma ha fatto nascere nuove amicizie che in molti casi dureranno nel tempo. Esemplare in questo senso è la storia di Cecilia, studentessa del Liceo Mazzini che inaugura un nuovo step dello scambio tra le due scuole. Cecilia, partita per la Germania a fine settembre studierà per tre mesi al Gymnasium Bad Aibling ospitata dall’amica Johanna, che a sua volta frequenterà il nostro Liceo per tre mesi da gennaio a marzo 2018.

IMG_4018

EVENTO MOLTIPLICATORE: BLUE MATCH 11 MAGGIO 2017— Auditorium I.T.T.L. “Nautico” San Giorgio, Genova

IMG-20170511-WA0001

I nostri alunni Erica Niccolai (4^A), Valeria Croxatto (4^A), Giorgia Gessa (4^F), Ilenia Fierro (4^F), Claudia Benelli (5^F), Martina Arpesella (5^F) e Luca Zignego (5^F), accompagnati dalle docenti prof.ssa Rosalia Anselmi e Daniela Bertocci, hanno partecipato al convegno BLUE MATCH, tenutosi in data 11 maggio 2017, per presentare i progetti ERASMUS + cui hanno preso parte in prima persona “Colours of Europe” e “Education meets migration”, e le attività di alternanza scuola/lavoro proposte dal nostro liceo.

L’evento è stato organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, in collaborazione con Regione Liguria, Agenzia Alfa e Consorzio scuole DIRBEC, a conclusione del progetto ERASMUS+ BLUE (Building Logistics edUcation in Europe).

Questi sono i numeri del progetto ERASMUS+ BLUE (Building Logistics edUcation in Europe), in cui Italia, Francia, Finlandia, Portogallo e Germania hanno condiviso i temi della logistica e dell’alternanza scuola lavoro:

 8 Partner di 5 Paesi

 270.000 Euro di finanziamento

 2 anni di attività

 4 incontri transnazionali

 1 settimana di formazione

 3 obiettivi raggiunti:

  • 16 figure professionali della Blue Economy, declinate in competenze condivise tra i quattro paesi partner, nella prospettiva della certificazione europea;
  • 1 modello di governance dell’alternanza scuola lavoro internazionale costruito partendo dall’esperienza delle scuole partner e dai modelli europei di mobilità che valorizzi e validi le competenze acquisite in aziende straniere;
  • 1 piattaforma multilingue che raccoglie i materiali prodotti e offre gli strumenti per il matching tra giovani e aziende.

L’evento ha visto la partecipazione dei partner, delle scuole con esperienze di progetti Erasmus e aziende con esperienze di alternanza scuola lavoro.

Progetto ERASMUS+ B.L.U.E. EVENTO BLUE MATCH 11 maggio 2017

 

Soggiorno studio in UK – Coincorde International

Il soggiorno ha avuto luogo a Canterbury nel Kent (UK) dall’11 al 17 febbraio 2017.

Il soggiorno ha previsto la partecipazione ad un corso settimanale di lingua inglese. Dopo il placement test, per verificare i livelli di competenza linguistica, gli studenti sono stati raggruppati in due classi per partecipare a lezioni di tipo induttivo. Le lezioni iniziavano alle 9 e terminavano alle 12.30. Dopo la pausa pranzo riprendevano le attività pomeridiane di varia tipologia (dalla visita ad un museo cittadino, al tour orientativo della cittadina di Canterbury, all’espletamento di attività mirate alla realizzazione del project work che le insegnanti inglesi avevano impostato all’inizio della settimana). Al termine della settimana gli studenti hanno presentato il risultato finale del loro project work. Hanno ricevuto infine una valutazione degli apprendimenti ed il certificato di partecipazione che andrà ad arricchire il loro c.v.

Coincorde InternationaL DEFINITIVO

Blog su WordPress.com.

Su ↑